La devozione popolare nella recita del SS. Rosario

“GIRO…DIVAGANDO”  – IL PATRIMONIO IMMATERIALE:

SPIGOLATURE, USI E COSTUMI, RICORDI

La devozione popolare nella recita del SS. Rosario

di Valentina Mastronardi

madonna delle rose

Nelle campagne, negli spiazzi comunitari – jazzili delle varie contrade di Locorotondo, sin dallo scorso anno, ogni sera per l’intero mese di maggio, viene celebrato il Santissimo Rosario, tra i culti più antichi della cristianità. Maggio, tradizionalmente dalla Chiesa e dalla devozione popolare, è dedicato alla rosa tra le rose, la Vergine Maria. (Un tempo maggio era l’unico periodo in cui sbocciavano le rose, per questo ancor più preziose. Tra le più delicate, la rosa canina, piccola rosa selvatica che, prima del suo sbocciare, si riempie di piccole bacche rosse, cinorroidi, in epoca medievale utili per farne rosari.) Precedentemente la sua recita veniva praticata all’interno di case private, allestito un altarino, abbellito da una tovaglia, solitamente bianca e da una composizione floreale per onorare la presenza da’ Madonna– la statuetta, ospitata un giorno e una notte, per poi passare all’abitazione successiva.

Dopo il momento di preghiera seguiva un momento conviviale; oggi eliminato, per riportare l’attenzione sul motivo principale di riflessione e lo spiazzo favorisce una maggiore partecipazione e condivisione. La statuetta della Vergine è posta su un tavolino abbellito da una tovaglia, fiori, e palloncini bianchi e azzurri che permettono ai fedeli una più semplice individuazione.

Il papa emerito Benedetto XVI definisce Maria come: il fiore più bello sbocciato dalla creazione, la rosa apparsa nella pienezza del tempo, quando Dio, mandando il suo Figlio, ha donato al mondo una nuova primavera. […]Per la Liturgia, maggio appartiene sempre al Tempo di Pasqua, il tempo del mistero della Risurrezione; ed è il tempo dell’attesa dello Spirito Santo, che scese sulla Chiesa nascente a Pentecoste. (Regina Caeli del 9 maggio 2010) Papa Giovanni Paolo II le  dedicò un’enciclica  e indisse un anno mariano (1987) Ancor prima vi è l’enciclica del papa Leone XIII del 1898.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *